AUSTRALIAN OPEN: Andreas sconfitto al 3° turno da Frances Tiafoe (USA) per 67 63 46 64 63

18.01.2019
SET 1
SET 2
SET 3
SET 4
SET 5
Andreas SEPPI (ITA) 
7
3
6
4
3
Frances Tiafoe (USA) 
6
6
4
6
6

AUSTRALIAN OPEN, Grand Slam

Andreas sconfitto da Edmund in 4 set

Termina la splendida avventura di Andreas a Melbourne. Per il tennista di Caldaro, giunto al suo quarto ottavo di finale in Australia, sfuma ancora una volta l'accesso tra i primi otto giocatori dello slam di inizio anno. Complice la stanchezza fisica e mentale che ha preso il sopravvento, unita a uno straripante Edmund salito sempre più di livello, Andreas ha dovuto cedere alla distanza con il punteggio finale di 6-7 (4) 7-5 6-2 6-3 in 2 ore e 58 minuti di gioco.
Andreas parte attento e solidissimo, senza concedere nulla al servizio. Sul 3-4 Edmund è costretto ad annullare ben 5 palle break, poi entrambi i giocatori dominano al servizio e si giunge al tie-break, dove Andreas ottiene due minibreak sul 5-4 s suo favore e servizio Edmund, aggiudicandoselo per 7-4.
Il secondo set si apre benissimo per l'azzurro, che riesce a brekkare a suon di vincenti di dritto il britannico, portandosi sul 2-1 e servizio. Qui l'altoatesino recupera da 0-40, annullando benissimo 3 break-point, ma alla quarta palla break perde il servizio ed i giochi tornano in parità. Si procede regolari fino al 5-6 e servizio Edmund, quando l'azzurro si ritrova a fronteggiare un set point, che annulla con un servizio vincente a uscire, ma alla seconda palla set il britannico sfrutta un gratuito di dritto del tennista di Caldaro e conquista la seconda partita per 7-5.
Andreas ora sembra stanco mentalmente, perde il servizio a 15 nel secondo gioco ed Edmund si porta sul 3-0.
Il britannico ora gestisce il match con servizio e diritto e sale sempre più di livello. Sul 2-5 e servizio per l'azzurro il britannico conquista un altro break ed incamera la terza frazione per 6-2.
Nel quarto set, sullo 0-1, Andreas si salva da 15-40, annullando complessivamente tre palle break e continua a tenere botta alle saette di dritto di Edmund. Sotto 2-3 l'azzurro annulla due pericolose palle break prima di tenere il servizio e pareggiare i conti sul 3-3. Nell'ottavo game, sul 3-4 e servizio, il tennista altoatesino perde la battuta a 30. Sul 5-3 il britannico tiene la battuta a 15 e porta a casa il set per 6-3 e l'incontro.

Andreas batte Karlovic 9-7 al 5° set e raggiunge gli ottavi di finale

Andreas approda per la quarta volta in carriera agli ottavi di finale degli Australian Open, sconfiggendo al terzo turno il croato Ivo Karlovic (89 ATP) con il risultato di 63 76(4) 67(3) 67(5) 9-7 dopo 3 ore e 51 minuti di partita.
Nel primo set l'Azzurro piazza il break decisivo sul 3 a 2, quando brekka Karlovic ai vantaggi, alla seconda palla break a disposizione, con Ivo che sbaglia uno smash controsole sulla palla break. Sul 5 a 3 Andreas tiene a 15 il turno di battuta e porta a casa la prima frazione per 6 a 3.
Nel primo game del secondo set il Caldarese ha due palle break sul 15-40, ma Karlovic le annulla con il servizio. Nel game successivo è Andreas a dover affrontare due break point, annullate con due buoni servizi. Sul 3 a 4 l'altoatesino riesce ad uscire da una delicata situazione di punteggio, quando conquista 4 punti consecutivi dallo 0-30 iniziale e tiene il proprio servizio. Si va al tiebreak, in cui il tennista di Caldaro si porta sul 5 a 2 con doppio minibreak, prima di chiudere la seconda frazione per 7 punti a 4.
Nel terzo set Andreas sul 4 a 3 mancava ha due occasioni di andare a servire per il match, ma Karlovic è bravissimo ad annullarle con due servizi vincenti. Si giunge nuovamente al tiebreak, che l'azzurro inizia malissimo commettendo un doppio fallo nel primo punto. Poi commette un banale errore di diritto sul 3 a 5 ed il croato nel punto successivo, grazie ad un servizio vincente sulla palla set, porta a casa la frazione per 7 punti a 3.
Nel quarto set il servizio la fa da padrona e l'ennesimo tiebreak è inevitabile. Qui Andy sul 4 a 5 e battuta a disposizione commette un deleterio errore gratuito con il back di rovescio e Karlovic non si fa pregare ed al secondo set point conquista la frazione per 7 punti a 5.
Nel quinto set, sul 5 a 4 a favore e Karlovic alla battuta, l'azzurro gioca un gran game di risposta, piazzando anche tre vincenti in risposta e si procura una palla match, ma il gigante croato l'annulla con un ace. Sull'8 a 7 però arriva la svolta della partita, di nuovo grazie alla risposta di Andreas che si porta sul 15-40, dopo aver piazzato due passanti vincenti. Sul primo match point il croato piazza un servizio vincente, ma alla seconda palla match una magnifica risposta vincente di diritto regala ad Andreas il match e gli ottavi di finale  a Melbourne per 9 a 7.

Andreas batte agevolmente Nishioka per 6-1 6-3 6-4

Nel match di secondo turno contro Yoshihito Nishioka (JPN, n° 168 ATP) il nostro Andreas parte ben centrato e con due break al 4° ed al 6° gioco incamera agevolmente il primo set per 6-1.
Nella seconda frazione l'azzurro deve annullare 2 palle break nel secondo game ed un'altra nel quarto, prima di riuscire a strappare il servizio al nipponico sul 3-3. Sul 5-3 a suo favore, il Caldarese effettua un altro break e vince il secondo parziale per 6-3.
In apertura di terzo set, Nishioka fallisce la sua palla break numero 4, annullata da un vincente di diritto di Andreas, poi sul 2-1 per l'azzurro è costretto a sua volta ad annullarne una che potrebbe risultare decisiva. Si prosegue in perfetto equilibrio fino al 4-4, quando è nuovamente l'altoatesino a dover annullare una pericolosissima palla break, ma il giapponese lo aiuta con un errore non forzato di rovescio. Sul 5-4 Andreas si porta sul 14-40 e chiude il match al primo matchball utile, dopo 1 ora e 51 minuti di gioco.
Ora incontrerà il gigante croato Ivo Karlovic, che ha sconfitto il giapponese Yuichi Sugita per 12-10 al quinto set. Forza Andreas!

Andreas batte Moutet per 3-6 6-4 6-2 6-2

Andreas passa il primo turno agli Australian Open superando il francese Corentin Moutet col punteggio di 3-6 6-4 6-2 6-2 in due ore e 33 minuti di gioco.
Nel quinto game, sul punteggio di 2-2, l'azzurro cede il servizio. Nell’ottavo gioco Moutet concede la palla del controbreak, ma si salva col servizio. Poco dopo il transalpino si aggiudica la prima frazione per 6-3 con pieno merito.
Nel secondo set Moutet cede subito il servizio a 0, Andreas annulla due palle break, ma si porta comunque sul 2-0. Anche nel game successivo il francese perde la battuta, stavolta a 15, ma l'altoatesino a sua volta subisce il controbreak. All’ottavo game Moutet riesce a recuperare anche il secondo break di svantaggio, impattando sul 4-4, ma poco dopo subisce il terzo break del set. Stavolta Andreas non perdona e chiude il parziale per 6-4 con un rovescio vincente.
Nel terzo set il francese parte forte; prima tiene la battuta, poi piazza il break del momentaneo 2-0. Da questo esatto istante sale in cattedra l’altoatesino e sparisce dal campo il francese. Andreas infila una serie di 6 giochi consecutivi e si porta avanti 2 a 1 nel computo dei set, aggiudicandosi il set grazie ad una botta di servizio centrale che gli vale il 6-2.
Andreas ormai ha preso il sopravvento mentre Moutet appare nervoso e scarico di energie. Dopo i primi 4 game combattuti si rompe l’equilibrio, con il transalpino che accusa i crampi e chiede anche l’intervento del trainer. Il tennista di Caldaro non si lascia pregare e comanda le operazioni con disinvoltura con qualche piccola sbavatura solamente nel corso del sesto game, quando è costretto ad annullare 2 palle break. Andreas conclude il match giocando una comoda volée a campo aperto al termine di una magistrale manovra offensiva.
Al secondo turno l’azzurro sfiderà Yoshihito Nishioka, che a sorpresa ha sconfitto Philipp Kohlschreiber in cinque set.