ATP MOSCA: Andreas sconfitto al 2° turno da Daniil Medvedev (RUS) per 76 62

25.10.2018
SET 1
SET 2
Andreas SEPPI (ITA) 
6
2
Daniil Medvedev (RUS) 
7
6

HALLE, ATP World Tour 500

Andreas sconfitto di misura da Federer

Grande partita di Andreas, che lotta alla pari col numero 2 del mondo e cede di misura per 76 64.
Partita equilibrata fin dall'inizio, con Il Caldarese che comincia a servire costringendo Federer ad inseguire per tutto il set. Andreas gioca con grande solidità, mettendo spesso in difficoltà lo svizzero, che dal canto suo cerca di spingere col diritto e varia col rovescio. Prima palla break sul 4-3 per l'azzurro, con Federer che annulla con la complicità di un rimbalzo irregolare che inganna Andreas. Altra opportunità per il nostro sul 5-4 e 15-40, ma lo svizzero infila due ace consecutivi e si aggiudica il game. Senza ulteriori sussulti si giunge al tiebreak, dove Federer alza il livello spingendo su ogni palla. Andi subisce subito il minibreak in apertura, si aggiudica l'unico punto sullo 0-3 e finisce per perdere per 1-7.
Nel secondo set l'equilibrio continua, ma ora è il pupillo di coach Sartori a dover inseguire. Sul 2-2 Andreas ha di nuovo una palla break e Roger annulla di nuovo aggrappandosi alla prima di servizio. Sul 3-4 Andi deve affrontare le prime palle break dell' incontro, ne annulla 3 e pareggia sul 4-4. Federer si aggiudica in scioltezza il game del 5-4 e nel game successivo infila due gran rovesci che lo portano sul 15-40. Andreas annulla il primo matchball con un'ottimo servizio, ma è costretto alla resa sulla palla successiva, cedendo infine per 7-6 6-4.
Gran torneo e finale di qualità per Andreas, che può andare fiducioso a Wimbledon, dove non ha punti da difendere, avendo perso l'anno scorso al primo turno. Forza Andi!

Andreas approfitta del ritiro di Nishikori sul 4:1 ed accede alla finale contro Federer

Andreas approfitta del ritiro di Kei Nishikori sul 4-1 a favore nel primo set per un problema al polpaccio, e per il nostro si aprono le porte della finale contro Roger Federer.
Andreas apre subito con un break e tiene poi facilmente i suoi turni di servizio (a 0 il 2-0 ed a 15 il 3-1). Poi strappa nuovamente il servizio al numero 5 del mondo. Sul 4-1 per Andreas entra il fisioterapista, dopodiché Nishikori va a stringere la mano all’azzurro. La finale vale al Caldarese il rientro tra i primi trenta al mondo e una testa di serie a Wimbledon.

Monfils si ritira sul 6:1 1:0 per Andreas

Gegen Monfils beginnt Andreas wackelig und muss sofort vier Breakbälle abwehren. Danach holt er sich gleich den Aufschlag des extrovertierten Franzosen. In diesem zweiten Spiel bahnt sich das Unglück an: Monfils versucht einen kurzen Ball zu erlaufen, stürzt und blieb direkt an der Seitenbande liegen. Auf die Schrecksekunde folgt zunächst die Erleichterung - der 28-Jährige spielte nach kurzer Auszeit weiter. Doch Monfils macht in den nächsten drei Spielen keinen einzigen Punkt und wirkt gehemmt. Im sechsten Spiel sichert er sich per Ass den ersten Spielgewinn. Doch Andreas serviert souverän zum 6:1-Satzgewinn aus.
Der Franzose lässt sich nun dehnen und behandeln, greift erneut zum Schläger, verliert jedoch sofort wieder sein Aufschlagspiel und reicht dann nach drei Punkten im zweiten Spiel dem Kälterer die Hand.

Andreas batte Robredo e approda ai quarti

Andreas parte benissimo contro Tommy Robredo, n° 20 ATP, con cui ha un record negativo di 3-7 e solo sconfitte al terzo set nelle ultime quattro partite. Il Caldarese ottiene subito il break in apertura, strappa nuovamente il servizio all'iberico nel 5° game e incamera la prima frazione per 6:2.
Nel secondo set Robredo scappa sul 2:0, ma l'azzurro reagisce immediatamente ed infila 4 games consecutivi portandosi sul 4:2. Un settimo game sciagurato di Andreas consente a Robredo di rientrare nel match e pareggiare i conti poco dopo sul 4:4. Nel 9° gioco il pupillo di Max Sartori ha la palla del 5:4, ma fallisce un comodo dritto in avanzamento ad avversario battuto. Si va così al tie-break, dove Robredo s'invola sul 3:0 con doppio mini-break, ma Andy lo riagguanta su 3:3 e poco dopo ha un match point sul 6:5 a suo favore. Robredo annulla e si aggiudica il secondo set.
Nella terza frazione l'azzurro prima annulla una pericolosa palla break nel primo gioco, poi ottiene il break del 2:0 e si porta sul 3:0. Sul 5:2 a favore Andi ha altri 3 match point, ma Robredo riesce ad annullarli tutti. Sul 5:3 l'azzurro, dopo aver fallito un altra palla match sul 40:30, finalmente chiude alla 6a occasione utile e approda ai quarti di finale, dove affronterà Gael Monfils.

Andy batte Haas per 7-5 6-2

Il tennista di Caldaro ha sconfitto l'ex n.2 del mondo Tommy Haas col punteggio di 75 62 in 1 ora e 26 minuti.
Nella prima frazione Andreas va avanti per 4 a 2, ma subisce il controbreak nell'ottavo gioco (a 15) e salva in extremis il set sul 4-5 15-30 e servizio a favore.  Sul 5-5 l'azzurro manca tre palle break consecutive, ma alla quarta opportunità piazza il break decisivo, prima di chiudere la prima frazione per 7 a 5, dopo aver tenuto a zero l'ultimo game di battuta.
Nel secondo set il pupillo di coach Sartori, dopo aver annullato una palla break nel secondo gioco, ottiene il break sull'uno pari e si ripete poco dopo nel quinto gioco (nuovo break a 15). Andy manca una palla match sul 5 a 1, annulla tre pericolose palle break sul 5 a 2 e 0-40, ed al terzo match point utile piazza un ace pere chiudere col punteggio finale di 7-5 6-2.